Nainggolan: maxi offerta dallo Guangzhou Evergrande

Il Guangzhou Evergrande è pronto a offrire 40 milioni per Nainggolan. Il club cinese guidato da Fabio Cannavaro prova il grande colpo di convincere il giocatore belga a trasferirsi in Super League a suon di milioni. Dopo la bravata di Capodanno del numero 4 giallorosso si sono aperte numerose indiscrezioni ed opportunità. La società AS Roma non ha gradito il suo comportamento sregolato e per tale motivo il “Ninja” rischia di tornare sul mercato. Il direttore sportivo Monchi non ha risparmiato delle critiche al calciatore e per questo motivo si potrebbero aprire clamorose trattative di mercato sulla sponda giallorossa. 

IL SOGNO CHIAMATO NAINGGOLAN

Radja Nainggolan è il sogno dello Guangzhou Evergrande, ricco club cinese che vorrebbe avere le sue abilità a disposizione del club per continuare a vincere la Super League e magari puntare alla Champions asiatica. Sul piatto 40 milioni e tante speranze. Difficile che Nainggolan accetti, visto che in passato ha già rifiutato i top club del vecchio continente come Chelsea e Juventus, ma mai dire mai e fino alla chiusura del mercato di gennaio nulla è più certo. Per il 29enne centrocampista offerto un ingaggio record similare a quello che già percepisce a roma di circa 4.5 milioni. Se l’offerta dello Guangzhou Evergrande verrebbe incrementata intorno alla cifra dei 50 milioni, l’importo potrebbe convincere l’AS Roma al suo trasferimento per così azionare un meccanismo di mercato di fine gennaio degno di nota e dare alla squadra capitolina rinforzi  per il campionato in corso e giovani di prospettiva.

ULTIM’ORA DALLO GUANGZHOU EVERGRANDE 

Oltre a Radja Nainggolan lo Guangzhou Evergrande è in grande fermento con azioni clamorose nella sessione di calciomercato. Offerte faraoniche proposte direttamente al Manchester United per Gareth Bale e al Borussia Dortmund per l’attaccante Pierre-Emerick Aubameyang che però giunto ad un passo dalla firma e pronto a trasferirsi in Super League e a far sognare i fan cinesi ha preferito rinunciare.