Campionato Primavera : Entella da sogno, vincono tutte le big

campionato primavera

Va in archivio la nona giornata del Campionato Primavera tra tante conferme e una grandissima sorpresa. Se questa estate c’è stato un gran parlare della riforma del massimo campionato giovanile italiano, in attesa che si concretizzi il progetto delle seconde squadre, c’è una squadra che deve far riflettere dirigenti dello spessore di Marotta e Galliani. L’accusa più grande infatti che veniva fatto al Campionato Primavera è quella che, dovendo le squadre di Serie A dover affrontare anche quelle di Serie B, spesso questo spostava verso il basso la caratura dei tre gironi, ostacolando così la crescita dei ragazzi. La Virtus Entella però, piccola squadra della cadetteria, sta invece sorprendendo tutti balzando in testa del Girone C, obiettivamente il più difficile, dopo aver battuto niente di meno che l’Atalanta, settore giovanile doc del quale tanto si parla ultimamente per lo straordinario campionato che la prima squadra sta facendo. Se pensiamo poi che anche il Verona, anch’esso in Serie B, è primo nel Girone A ecco che vengono più di un dubbio sull’effettiva efficacia della riforma.

Campionato Primavera, i tre gironi

Girone A. Continua la marcia dell’Hellas, ancora imbattuto, che ne fa quattro al Vicenza. Poker anche per un Milan in ripresa, tripletta di Cutrone, allo Spezia mentre la Lazio supera la Fiorentina superando in classifica i toscani e piombando così al secondo posto assieme ai rossoneri. Continua a far bene anche la Spal, che vince per due reti a zero a Napoli e piomba al quinto posto.

Girone B. Vittorie esterne per il duo di testa formato da Juventus e Sassuolo che vincono rispettivamente a Vercelli e a Cittadella. Un gol di Isufaj regala al Chievo la vittoria, ed il sorpasso in classifica, in casa contro l’Udinese mentre rallenta il Torino, stoppato tra le mura amiche per 2-2 dal sempre ostico Empoli.

Girone C. Continua il sogno della Virtus Entella. I liguri infatti battono in casa per 3-1 l’Atalanta, alla quale scippano così il primo posto assieme alla Roma che ne fa quattro al Tre Fontane al malcapitato Bologna. Importante vittoria poi per l’Inter a Cagliari per due reti ad una, con Gavrillon e Bakayoko che nella ripresa ribaltano il vantaggio lampo dei sardi siglato da Camba.