Poker al Liechtenstein, tutto facile per l’Italia

Liechtenstein italia

Basta un tempo all’Italia per liquidare la pratica  Liechtenstein. Gli azzurri infatti vincono facile per quattro reti e zero a Vaduz, nelmatch valido per la quarta giornata dei gironi di qualificazione al Mondiale 2018 in Russia. Unico rammarico della serata, come sottoliniano anche il Ct Ventura e Bonucci a fine partita, è quello di non aver segnato più reti, aspetto non secondario per un’ipotetico arrivo a pari punti con la Spagna. Primo tempo notevole di un’Italia sbarazzina e vogliosa, che sblocca il risultato dopo dieci minuti con Belotti che, due minuti più tardi, serve l’assist al suo ex compagno al Torino Immobile per il raddoppio dei nostri. Candreva e poi ancora Belotti arrotondano il risultato già nel primo tempo mentre, nella ripresa, nonostante l’ingresso di forze fresche come Eder, Insigne e Zaza, non si riesce a segnare ancora.

Spagna implacabile

L’Italia squilla ma la Spagna cala anch’essa il poker in casa contro una Macedonia che resiste fino al 34′, prima di capitolare per uno sfortunato autogol di Velkoski. Nella ripresa poi Vitolo, Monreal e Arduiz vanno di nuovo a segno, con gli iberici che così mantengono la vetta del girone grazie alla differenza reti. Le otto reti rifilate al  Liechtenstein, le due all’Albania e le quattro alla Macedonia hanno portato la differenza reti delle furie rosse a +14, esattamente il doppio rispetto all’Italia. Nell’altra partita del raggruppamento importante vittoria di Israele per tre reti a zero sul campo dell’Albania, nostra prossima avversaria a marzo. Due espulsioni per i ragazzi allenati da De Biasi spianano la strada agli israeliani che così salgono a quota 9 in classifica, ad una sola lunghezza dal duo di testa, mentre l’Albania rimane ferma a 6 punti. Se per conquistare il primo posto occorrerà fare l’impresa in terra spagnola, fondamentale intanto sarà blindare la seconda piazza, che porta agli spareggi.

 Liechtenstein  Italia, il tabellino

Liechtenstein: Jehle; Rechsteiner, Polverino, Kaufmann, Oehri; A. Christen, Martin Büchel, Wieser, Marcel Büchel, Burgmeier; Salanovic. A disp. Bicer, Buchel, Erne, Frick, Kuhne, Malin, Sele, Yildiz. All. Pauritsch.

Italia: Buffon; Zappacosta, Bonucci, Romagnoli, De Sciglio; De Rossi, Verratti; Candreva (73′ Eder), Belotti, Immobile (82′ Zaza), Bonaventura (68′ Insigne). A disp. Perin, Donnarumma, Darmian, Antonelli, Astori, Rugani, Gagliardini, Cataldi, Politano. All. Ventura.

Arbitro Bebek (Cro).

Marcatori : 10′ e 43′ Belotti (I), 12′ Immobile (I), 31′ Candreva (I).

Note: ammoniti Oehri (L), Kaufmann (L), Jehle (L).