E’dell’Alessandria la prima fuga in Lega Pro

alessandria lega pro

L’Alessandria vola e i suoi tifosi sognano. Dopo le prime sei giornata di campionato infatti i grigi sono primi a punteggio pieno nel girone A del campionato di Lega Pro, con il 2-0 casalingo rifilato al Como arrivato dopo l’exploit di Piacenza di sette giorni fa. Un primato che fa divampare l’entusiasmo nella città piemontese, contro i lariani erano in 4.000 al Moccagatta, che da 41 anni aspetta il ritorno in Serie B. Sei successi in altretanti incontri ma la strada è ancora lunga, con domenica prossima la già fondamentale sfida casalinga contro la Cremonese, un’altra delle pretendenti al primo posto. I grigiorossi infatti, dopo il consueto importante mercato estivo, sono attualemnte secondi in classifica a cinque lunghezze dall’Alessandria, complice anche il ko di ieri casalingo contro l’ambizioso Piacenza. Un match quindi che già può far capire quali saranno i rapporti di forza nel girone, Livorno e la sorpresa Viterbese permettendo.

Alessandria ed un primato non nato per caso

Sempre vittoriosa, con la seconda miglior difesa con due gol subiti, meglio ha fatto solo la Viterbese con un solo gol al passivo, e secondo miglior attacco dietro l’Arezzo. Questi finora sono i numeri di una Alessandria che, dopo i playoff dello scorso anno e la fantastica cavlcata in Coppa Italia fermata in semifinale dal Milan, si è affidato ad un vecchio lupo della categoria, Piero Braglia, che ha optato per un classico 4-4-2 per far esprimere al meglio la rosa di prim’ordine a disposizione. Ad un’ossatura già altamente competitiva infatti, in estate sono arrivati rinforzi molto importanti. Gli esperti Gozzi dal Modena e Piccolo dallo Spezia sono un lusso per la categoria, così come l’esterno di centrocampo Sestu dal Chievo e il centrocampista Cazzola dall’Atalanta. Ciliegina sulla torta però è l’attaccante Pablo Gonzalez dal Novara che, assieme al confermato Bocalon, forma una coppia d’attacco che non può che far sognate il sempre caloroso pubblico alessandrino che da troppi anni manca dalla cadetteria.