Qualificazioni Mondiali : Miranda spinge il Brasile

qualificazioni mondiali miranda

Turno di qualificazioni Mondiali con sorprese in tutti i continenti. Tranne che in Africa, dove si è consumato l’ultimo atto per decidere chi parteciperà alla Coppa d’Africa di febbraio, si è giocato in tutto il resto del Mondo per cercare di strappare un posto per Russia 2018. Esordio anche per la Nazionale italiana del nuovo Ct Giampiero Ventura, che ha iniziato nel migliore dei modi vincendo per tre reti ad una sul difficile campo di Haifa contro l’Israele, mostrando anche un apprezzabile gioco veticale e con un Verratti da leader in mezzo al campo.

Le altre europee nelle qualificazioni Mondiali

La sorpresa più grande in questa prima giornata delle qualificazioni Mondiali è sicuramente il pareggio della Francia in Bielorussia. Uno scialbo 0-0 con i transalpini incapaci di trovare la via della rete contro gli organizzati avversari. Fa rumore, ma neanche troppo, il tonfo dei campioni d’Europa del Portogallo, senza Cristiano Ronaldo ancora femro ai box, per 2-0 in Svizzera anche se il girone, come spesso accade ai fortunati lusitani, non proprio impossibile non rende lo scivolone un dramma. Se Germania e Spagna vanno a valanga deve invece aspettare un gol di Lallana all’ultimo minuto l’Inghilterra per vincere sul campo di una Slovacchia ridotta in dieci uomini, mentre continua la crisi dell’Olanda che, dopo non essersi qualificata per l’Europeo di Francia, pareggia a fatica sul campo di una Svezia orfana di Ibra.

Brasile ok

Sono tre punti d’oro quelli che il Brasile ottiene battendo in casa per 2-1 la Colombia. Le reti di Miranda e Neymar, che rimedia all’autogol di Marquinhos, danno infatti ai verdeoro una bella boccata d’ossigeno dopo l’inizio stentante, portandoli addirittura dal quinto al secondo posto del girone. Perde la testa della classifica invece l’Argentina, primo ora  l’Uruguay che ne fa quattro al Paraguay con una doppietta di Cavani, che orfana di Messi pareggia per 2-2 in Venezuela dopo esser stata sotto di due reti. Classifica comuqnue sempre molto corta ed incerta, con il Cile che non andando oltre lo 0-0 casalingo contro la Bolivia perde un’ottima chance per rifarsi sotto.

Usa avanti

Nelle qualificazioni Mondiali del Centro e Nord America si è conclusa la quarta fase. Le sei squadre che si contenderanno i tre posti sicuri, mentre il quarto posto verrà assengato dopo il palyoff. C’era poco da decidere con in ballo solo due delle sei Nazionali che accederanno alla fase finale. Con Messico, Trinidad e Tobago, Costa Rica e Panama. Alla fine ce l’hanno fatta anche Usa e Honduras, con gli statunitensi avanti grazie al netto 4-0 al Trinidad e Tobago.

Vola l’Uzbekistan

In Asia attenzione a parlare di sorpresa. L’Uzbekistan infatti, primo a punteggio pieno nel Girone A, da anni è autore di ottime prestazioni sfiorando più volte la qualificazione ai Mondiali. Questa volta però sembrerebbero essere sulla buona strada anche se le partite da giocare sono ancora molte. Nello stesso girone rallenta a sorpresa la Corea del Sud, 0-0 in Siria, così come l’Iran che pareggia con il medesimo risultato in Cina. Nel girone B invece vanno a braccetto Australia e Arabia Saudita primi a punteggio pieno dopo due giornate, si ripredne anche il Giappone che passa per due reti a zero in Thailandia.