La Reggina riparte da Karel Zeman

karel zeman

Karel Zeman è il nuovo allenatore della Reggina. L’annuncio viene dal Direttore Generale degli amaranto Martino con la scelta che ha spiazzato un pò i tifosi, convinti dell’arrivo in panchina dell’ex giocatore e colonna difensiva Ivan Franceschini. Invece con un colpo di scena ecco arrivare il figlio di Zdenek, anche lui al momento senza panchina e alla ricerca di sistemazione  dopo la salvezza in Svizzera con il Lugano. Al figlio invece va una delle panchine più ambite di tutta la Serie D, anche se l’Urbs Reggina, questo il nuovo nome completo dopo le vicissitudini degli ultimi due anni, cova ancora qualche speranza di ripescaggio in Lega Pro anche se attualmente, nonostante le graduatorie sono siano ancora state rese note, sono diverse le squadre che sarebbero avanti rispetto ai calabresi.

Sulle orme del padre

Karel Zeman anche lui come il padre fa del 4-3-3 la sua fede. Finora i risultati sono stati altalenanti anche se le ultime due stagioni sono state positive per il figlio d’arte. A Fano e Selargius la gente sicuramente si divertiva allo stadio ma i risultati non arrivavano non sono quelli che ci si aspettava, anche se in Sardegna la squadra aveva mille problemi ed in fin dei conti Zeman la stava salvando anche se per lui sono state letali cinque sconfitte di fila dopo aver trionfato nel derby contro l’Olbia. Decide allora di ripartire da Malta allenando il Qfc, club della massima divisione, che riesce a salvare da una posizione disperata grazie a sei vittorie nelle ultime nove giornate. Lo scorso anno poi a Dicembre viene chiamato in Veneto dall’Abano, girone C di Serie D, ed anche qui la posizione di classifica è molto critica. Alla fine la squadra si piazzerà in un tranquillo nono posto, con Karel Zeman che in venti partite rimedia otto vittorie, sei pareggi ed altrettante sconfitte naturalmente sempre senza mai tradire la filosofia calcistica di famiglia.